L’Eco dell’Altana 6: #Aquagranda, i veneziani e le acque alte eccezionali

0
Foto AFI – Archivio Storico Comune di Venezia, da Wikimedia (pubblico dominio)

L’acqua alta per i veneziani è un evento con il quale devono convivere da sempre, quasi un retaggio atavico cui non sempre riescono ad abituarsi, soprattutto in questi ultimi anni in cui l’eccezionalità delle alte maree sta diventando la norma.

Il 12 novembre del 2019, esattamente due anni fa, si è registrato un evento eccezionale e disatroso, molto simile a quello del 4 novembre 1966. Non a caso anche quest’ultimo è stato soprannominato Aqua Granda, come quella del ’66.

Per queste ragioni ho pensato di dedicare un numero speciale del L’Eco dell’Altana all’Aqua Granda, per ricordare quei due terribili eventi che così profondamente hanno segnato la città, anche aiutandomi con le testimonianze di chi li ha vissuti.

Ecco un breve Sommario dell’Eco dell’Altana n. 6 – #AQUAGRANDA:

REPORT #AQUAGRANDA: Dolorosi anniversari
NOTIZIE: Le nostre Aque Grande, le acque alte eccezionali del 1966 e del 2019
PAROLE D’AUTORE: Aqua Granda, infinita agonia
NOTIZIE: Aquagranda, progetto di memoria collettiva digitale
LETTURA: 11 novembre 2019, il giorno prima
LETTURA: 4 novembre 1966: io c’ero!
IL PERSONAGGIO: Chi era Luigi “Gigio” Zanon
LETTURA: Odore di acqua alta
PAROLE VENEZIANE: Aqua & co.
NOTIZIE: MOSE: sarà la soluzione definitiva?
LETTURA: I cantieri infiniti del MOSE
IL LIBRO: La prova che da sempre Venezia si è presa cura di città e laguna

Buona lettura!

P.S.: i report de L’Eco dell’Altana sono liberamente scaricabili, ma quello corrente viene inviato via email soltanto ai lettori che mi hanno lasciato il proprio recapito. Verrà reso scaricabile nella pagina solo quando sarà disponibile il nuovo report.

Lasciami la tua email

Immagine dell’intestazione: Foto AFI – Archivio Storico Comune di Venezia, da Wikimedia (pubblico dominio)

Previous articleIn arrivo la seconda edizione di Muro di nebbia!
Next articleMuro di nebbia a Urbinoir il 26 novembre in un inedito ping pong letterario