Nuova edizione di Acqua morta nei Gialli TEA

0

La prima indagine del commissario Aldani è entrata nella collana Gialli TEA, conservando la stessa immagine dell’edizione originale che risale al 2015 ed era caratterizzata dalla potente fotografia di Dave Wall / Arcangel Images con la grafica di Meccano Floreal – stessa accoppiata, per inciso, che avrebbe firmato la copertina delle prime edizioni di Laguna nera, Marea tossica e Muro di nebbia, quest’ultima con la variante del fotografo, Tim Daniels.

Nel 2017 Acqua morta è poi uscito in edicola nella collana Italia Noir di Repubblica, e nel 2019 è andato in economica nella collana Mystery TEA, immagine sempre di Dave Wall / Arcangel Images e grafica di Giacomo Callo. Infine, a marzo 2022, è uscito in una ulteriore nuova edizione nella collana Gialli TEA, stessa immagine e grafica di Cahetel.

Chi fosse interessato a leggere ulteriori dettagli editoriali, o qualche “dietro le quinte”, consiglio L’Eco dell’Altana n. 8 – #AcquaMorta, che al romanzo è dedicato.

Previous articleAltana con vista, un’inedita indagine natalizia del commissario Aldani
Next articleL’Eco dell’Altana 8: #AcquaMorta sei anni dopo, tra MOSE e caparossoi