Rassegna stampa di Acqua morta

16/01/2017 Repubblica TV – “Italia Noir, ‘Acqua morta’ di Michele Catozzi”

«Il noir è una buona scusa per indagare la realtà, perché scrivere saggi sarebbe molto meno divertente» – Video intervista di Maurizio Tafuro

28/07/2016 Cronache letterarie – in “I migliori libri dell’anno 2016”

«I protagonisti del malaffare sembrano usciti pari pari dai quotidiani degli ultimi anni, da tangentopoli in poi. Un giallo che ha molto ritmo nell’azione, personaggi e storie personali interessanti, abilità nei dialoghi e anche il carattere originale di un piccolo baedeker descrittivo dei luoghi in cui sono ambientati i fatti.» – Carlo Animato

23/03/2016 Storie veneziane “Acqua morta”

«Un libro singolare, intrigante, bello, pulito senza fronzoli, un gioiello che si apre poco alla volta. L’autore inserisce una storia estremamente complicata in una dimensione normale, di tutti i giorni: sembra scontato e semplice, scritto con un linguaggio familiare e tranquillo che rivela invece un mondo surreale, pieno di problemi.» – Tudy Sammartini

11/02/2016 Thriller Magazine “Acqua morta”

«Il commissario Aldani è un nuovo personaggio del giallo italiano che si presenta con tutte le carte in regola per far parlare di sè […]. Acqua morta ha diversi punti di forza che lo fanno spiccare fra le tante nuove proposte […]. L’ambientazione veneziana […] che cattura il lettore e viene splendidamente descritta […]. Lo stile rapido e veloce, fatto di dialoghi scattanti e taglienti, intervallati da profonde riflessioni sul caso. Una lettura che scorre via con una fluidità disarmante. L’intreccio della storia, una complessa ragnatela di indizi e false piste […] che si dipana lentamente […]. Un romanzo ben costruito, una storia ben raccontata, un libro da leggere tutto d’un fiato, in attesa della prossima indagine.» – Igor De Amicis

25/01/2016 Contorni di noir  “Acqua morta”

«Aldani presenta quelle complicazioni riguardanti l’animo umano che tanto mi affascinano nella lettura. […] Ho apprezzato come descrive le bellezze della città […] Ho gradito molto lo stile dell’autore che è scorrevole e coinvolgente e la sua capacità di toccare aspetti dell’attualità […] Se ci sarà un nuovo capitolo con il commissario Aldani, non vorrò perdermi l’appuntamento!» – Cecilia Dilorenzo

20/01/2016 Parliamo di Libri “Acqua morta”

«Un gran bel giallo con potenti sfumature noir: una trama ben sviluppata e ricca di colpi di scena, un ritratto senza sconti di una realtà nella quale domina l’intreccio fra malaffare e politica, un protagonista accattivante e tratteggiato con indubbia intelligenza, una narrazione dal ritmo incalzante e, da sfondo, la splendida Venezia. […] E noi lettori, ci troveremo coinvolti in un mistero attuale, mai banale e ci immedesimeremo con grande facilità nella vicenda, che la prosa sobria, efficace dell’autore, la sua ironia lieve, allo steso tempo amara e pungente, sa rendere con estrema efficacia. […] Acqua Morta fotografa bene, senza mai cadere nell’ovvio, la nostra realtà e costituisce un’ottima risposta italiana ad autori stranieri (per esempio Donna Leon), che hanno fatto di Venezia l’ambientazione delle loro serie poliziesche.» – Laura Bassutti

20/01/2016 Parliamo di Libri “Incontro con l’autore”

«L’autore ambienta nella città della laguna le inchieste del commissario Aldani, un investigatore tutto d’un pezzo, dall’intelligenza profonda e l’ironia tagliente.» – intervista di Laura Bassutti

07/01/2016 Sul Romanzo “Acqua morta di Michele Catozzi, un thriller tutto veneziano”

«La prima, grande protagonista di Acqua morta è Venezia, raccontata come solo un veneziano, sia pure “di terra” […] Siamo in presenza di un romanzo molto contemporaneo, ma soprattutto molto italiano, dalle cui pagine emerge una visione non certo ottimista delle istituzioni e dei personaggi politici a cui i cittadini dovrebbero concedere la propria fiducia. […] Romanzo dal ritmo serrato, grazie anche a un uso intensivo e teatrale di lunghi dialoghi riportati senza pause narrative, per la sua ambientazione così particolare Acqua morta potrebbe piacere anche a lettori non necessariamente attratti soltanto dalla narrativa di genere thriller.» – Annamaria Trevale

01/01/2016 Good news “Col fiato sospeso tra calli e campielli”

«Un libro da leggere tutto d’un fiato […] Un giallo ambientato in una Venezia che l’autore ben conosce e ama, come traspare dalle descrizione degli angoli più nascosti e delle abitudini dei residenti. Una trama ben costruita, che invita a non staccarsi dal racconto, fino alla fine, un colpo di scena dietro l’altro. Da leggere.» – Gianluca Amadori

28/12/2015 Francesco Morra, videorecensione “Acqua morta”

«Un romanzo molto complesso, interessante, sfaccettato. […] Un giallo vecchia scuola che potrebbe diventare un classico. […] Questo è il primo libro […] mi auguro che il commissario Aldani abbia vita lunga e voglio sperare che l’autore pubblichi altri titoli.» – Francesco Morra

24/12/2015 Libri e cultura “Recensione Acqua morta”

«Amanti del giallo segnatevi questo nome perchè sono convito ne sentirete parlare. […] Un giallo appassionante che tiene il lettore incollato fino all’epilogo. […] Decisamente riuscita la figura del commissario Aldani, un mestrino innamorato di Venezia (come l’autore); un uomo tutto d’un pezzo, furbo, scaltro, ironico e senza peli sulla lingua. […] Un libro consigliato a tutti gli appassionati del genere, imperdibile per chi ama la magica città lagunare.» – Luigi

21/12/2015 Radio Uno Rai – Chiave di lettura “Acqua morta”

«Un giallo avvincente, ambientato nella sempre splendida Venezia, e animato dalla figura dell’indimenticabile commissario Aldani alle prese con un caso importante.» – Alessandra Rauti

20/12/2015 La Nuova (Venezia), Il Mattino (Padova), La Tribuna (Treviso), Corriere delle Alpi (Belluno) “Acqua morta, il noir in cui la vittima è Venezia” (ritaglio: .jpg 235 KB)

«Con buona preveggenza, visto che è stato scritto più di un anno fa, sembra legare la corruzione e il Mose anche alla crisi delle banche locali, travolte dai prestiti ad amici e sodali politici. […] Viene da pensare che sia un discepolo di Carlotto e della sua teoria che i noir sono il nuovo modo di fare cronaca nera e in questo caso anche un po’ di cronaca politica, con assessori ed ex ministri coinvolti. […] Aldani è già al primo romanzo un personaggio a tutto tondo, complesso e preciso anche nei particolari. Accanto a lui tanti personaggi che si muovono in una Venezia che per una volta non ha nulla del fondale narrativo utilizzato da decine di scrittori italiani e stranieri, ma è assolutamente viva e reale. […] Ma più del noir, che comunque mantiene una buona tensione, funziona il racconto di una Venezia autentica, vittima, in qualche caso consenziente, di ambizioni e di arrivismi.» – Nicolò Menniti Ippolito

15/12/2015 I Libri “Acqua morta”

«Ma della trama di un giallo così ben costruito e governato da Michele Catozzi, autentico giallista di cui sentirete ancora parlare, non si deve dire troppo. […] Un romanzo notevole che si fa apprezzare, al di là del genere, non solo per la qualità della scrittura ma per la capacita dell’autore di raccontare alla perfezione le dinamiche del potere e della finanza, le relazioni umane, gli ambienti in cui i personaggi si muovono e prendono vita. […] E poi c’è Venezia. Non una semplice scenografia, ma il personaggio comprimario del bel romanzo di Catozzi. Una grande madre che accoglie e raccoglie nel suo ventre amniotico questo mondo disfatto dal malaffare e da una modernità senza rispetto.» – Daniela Frascati

15/12/2015 MilanoNera “Acqua morta”

«Lo confesso, di fronte all’ennesimo commissario come protagonista di un giallo ho traccheggiato e, poi, ho affrontato dubbiosa la lettura di Acqua Morta. Ma sbagliavo, perché un giallo d’indagine attualissimo, veloce e spiritoso, ambientato ai nostri giorni nella laguna è raro. Venezia è Venezia e qui, con le sue bellezze infinite e croniche debolezza, si trasforma nell’impeccabile cornice della storia. Imperdibile. […] Scrittore da tenere d’occhio, dotato di umorismo, di spirito critico e che riesce a regalare lievità e sapore a un intricato caso poliziesco con “l’aiutone” di un insostituibile scenario.» – Patrizia Debicke

14/12/2015 EconomiaItaliana.it in “Kay Scarpetta e i preoccupanti segreti della nipote Lucy”

«Un esordiente in salsa tricolore dalle buone qualità narrative. […] Un romanzo maturo, ben costruito, ricco di colpi di scena, di ben congegnati incastri e di personaggi tratteggiati a dovere.» – Mauro Castelli

01/12/2015 Mangia Libri “Acqua morta”

«Protagonista di questo romanzo è senza dubbio la città di Venezia, per nulla patinata come in una cartolina da turisti, ma nemmeno immersa nella malinconia decadente e fascinosa che di solito la contraddistingue in letteratura. Tra le indagini del commissario Aldani, personaggio ligio al dovere fino a sacrificare il tempo per la famiglia eppure dai tratti umanissimi che lo rendono simpatico al lettore […]» – Alessandra Farinola

19/11/2015 Libri e molto altro “Recensione Acqua morta”

«Una Venezia descritta magistralmente dalla penna di Catozzi, con tutto il suo fascino ma anche con tutti i pro e contro. E’ riuscito a trasmettere non solo […] il paesaggio, ma mi ha fatto letteralmente entrare in una Venezia vera e non solamente turistica. […] Un bel libro che consiglio proprio, scorrevole, per chi non ama i thriller ma comunque cerca il mistero. Veramente un bel giallo!» – Serena S.

13/11/2015 Mondo Rosa Shokking “Acqua morta di Michele Catozzi”

«Sullo sfondo di una Venezia che si tinge sempre più di giallo, vi ritroverete catapultati in un romanzo avvincente e appassionante e vi sentirete al fianco del commissario Aldani, curiosi di trovare risposte ai tanti interrogativi e soluzione alle indagini.» – Laura Argelati

13/11/2015 Mondo Rosa Shokking “Quattro chiacchiere con Michele Catozzi”

«Acqua morta in soli quattro aggettivi?» «Ci provo: amaro, chiassoso, corale, rassegnato (o forse no…). Posso farmi una domanda da solo? Venezia in quattro aggettivi: unica, struggente, assediata, vituperata.» – intervista di Laura Argelati

09/11/2015 Convenzionali “Acqua morta”

«Due piste che si intrecciano, passato e presente che si abbracciano, uno stile classico eppure moderno, una prosa decisamente più fluida e limpida delle acque della laguna, benché si tratti di una tra le cornici più affascinanti al mondo per una città fatta di rii, calli, sottoporteghi. […] Ottimo e abbondante.» – Gabriele Ottaviani

04/11/2015 Vero “Il commissario in laguna” (ritaglio: .png 124 KB)

«La città unica, romantica e insieme malinconica per eccellenza, Venezia, fa da sfondo alla prima indagine del commissario Aldani»

03/11/2015 Creature della notte “Le nostre proposte: Acqua morta”

«Lettori mica ci vogliamo far sfuggire il romanzo più votato dell’edizione 2014 di IoScrittore? Diamo una possibilità a questo libro che promette davvero tanto…» – Stefan Salvatore

02/11/2015 Festival GialloLuna NeroNotte “Omicidi e malaffare in laguna”

«Convince con l’intrigo, la scrittura, i personaggi; e il suo occhio su Venezia è affettuoso e sincero, dai motoscafi in laguna, alle mostruose navi da crociera, fino allo scandalo del Mose (anche se sul malaffare politico sospende il giudizio, pur lasciando capire bene cosa ne pensi). Il suo commissario, così a occhio, è destinato a diventare un punto fermo dei romanzi gialli italiani.» – Nevio Galeati

30/10/2015 Penna d’Oro “Recensione Acqua morta”

«Un giallo che ho amato perché, pagina dopo pagina, ho percepito l’unità della storia. Lo scrittore ha ben dosato gli ingredienti del romanzo: potere, passioni, sentimenti, vizi e virtù degli uomini. […] Un giallo dal ritmo serrato che si basa su un ottimo intreccio poliziesco. I dialoghi, vivaci e numerosi, donano fluidità alla lettura che si arricchisce dell’idioma veneziano per sottolineare il connubio tra personaggi e ambiente. […] Michele Catozzi tesse con abilità e precisione una trama narrativa  ricca di energia e colpi di scena, raccontando del potere economico che divora gli uomini e di oscure passioni. Da leggere!» – Aquila Reale

29/10/2015 Ravenna e dintorni “Acqua morta, un giallo in laguna da non perdere”

«Quando un romanzo riesce a proporre più piani di lettura; sa mescolare riferimenti e analisi della realtà a una vicenda inventata; quando l’intreccio tiene e ogni snodo proposto nei primi capitoli trova una sintesi nel finale, senza conigli scoperti in qualche cilindro polveroso; quando i personaggi sono vivi e si muovono in un ambiente credibile. Ecco, quando questa alchimia si verifica, allora nasce un libro che vale la pena leggere e che non si riesce a mollare prima dell’ultima pagina.» – Nevio Galeati

26/10/2015 Liberlist.it “10 libri da leggere dopo Bookcity 2015”

«Liberlist ha scelto – fra l’amplissima scelta – 10 romanzi che vale la pena leggere in attesa della manifestazione dell’anno prossimo. […] Un giallo umido e crepuscolare come la città in cui è ambientato.» – Paolo Armelli

26/10/2015 Sherlock Magazine “Acqua morta, il romanzo più votato dell’edizione 2014 di IoScrittore”

«Un romanzo che ci rivela uno scrittore esordiente che scrive con la maturità di un giallista di grande esperienza.»

24/10/2015 Il Resto del Carlino “Venezia, scenario per due delitti. L’esordio del commissario Aldani” (ritaglio: .png 300 KB)

«Anche Venezia ha ora il suo commissario.»

24/10/2015 Il Libraio “A Bookcity premiati i vincitori del torneo letterario IoScrittore”

«…alla presenza di […] Michele Catozzi, vincitore dell’edizione 2014 di IoScrittore con “Acqua morta” (TEA), sono stati proclamati i dieci vincitori della sesta edizione…»

22/10/2015 Il Resto del Carlino Pesaro “Michele Catozzi presenta Acqua morta” (ritaglio: .png 85 KB)

20/10/2015 PU24.it “Alla Libreria Coop il giallista emergente Catozzi presenta il romanzo “Acqua morta””

20/10/2015 Oggi.it “La riscossa di Commissari e Carabinieri”

«In catalogo si trovano diversi gialli di autori italiani, alcuni dei quali, oggi famosi, sono stati lanciati proprio da TEA. […] Michele Catozzi è il vincitore del premio letterario “Io Scrittore”.» – Claudio Castellacci

20/10/2015 Il Libraio “Dal torneo “Io Scrittore” alle librerie: esce “Acqua morta” vincitore dell’edizione 2014”

«È in libreria, pubblicato da Tea, Acqua morta di Michele Catozzi, romanzo vincitore dell’edizione 2014 del torneo letterario IoScrittore, promosso dal gruppo GeMS.»

15/10/2015 IoScrittore “E alla fine… il cartaceo! Perché “Acqua morta” è un libro da pubblicare”

«Quello che mi interessa di più, e che tende a colpirmi, è la resa di un luogo, di un ambiente […] attraverso lo sguardo di un autore, la personalità di quello sguardo.[…] «Luogo, personaggi e protagonista che non siano la mera proiezione dell’autore, né che rappresentino per lui un pretesto, ma che siano interessanti “da conoscere”. Cosa che ho trovato in Acqua morta.» – Stefano Res (direttore editoriale TEA).

18/12/2014 Il Libraio “Il vincitore della quinta edizione di IoScrittore in libreria con Tea”

«Sarà pubblicato da Tea Acque morte di Michele Catozzi, il romanzo vincitore della quinta edizione di IoScrittore, torneo letterario gratuito promosso dal Gruppo Editoriale Mauri Spagnol.»

18/12/2014 IoScrittore “And the winner is… Acque morte”

«Gli editor GeMS hanno letto e scandagliato le opere in concorso, e il direttore editoriale di Tea ha scelto di pubblicare in cartaceo Acque morte di Alvise Corner, un giallo di impianto classico ambientato in uno scenario d’eccezione, Venezia.»

15/11/2014 IoScrittore “Proclamate le opere vincitrici del Torneo Letterario IoScrittore”

10/05/2014 IoScrittore “Le 300 opere finaliste dell’edizione 2014 del Torneo letterario IoScrittore”

18/05/2013 IoScrittore “Le 300 opere semifinaliste dell’edizione 2013 del Torneo IoScrittore”